Firenze

Lavori in corso
Santa Verdiana, Piazza Ghiberti 27 – dalle 17.00 alle 19.15
I ricercatori raccontano in un videoclip le loro attuali attività di ricerca.

17,00-17,10 Matematica e arte di Giuseppe Conti

17,10-17,20 In comunicazione con il futuro di Enrico Del Re illustra i più recenti traguardi in ingegneria delle telecomunicazioni.

17,20-17,30 Documentare e comunicare l’architettura e il design di Alberto Di Cintio

17,30-17,40 Il futuro dell’acqua è nelle nostre mani di Graziano Ghinassi

17,40-17,50 Le pioniere del cinema di Cristina Jandelli. Una storia del cinema al femminile.

17,50-18,00 Archeologia preistorica: l’origine dell’arte, segni e figurazioni nel Paleolitico di Fabio Martini

18,00-18,10 Smart drugs di Emanuela Masini

18,10-18,20 Le neuroscienze e la riparazione di lesioni del sistema nervoso:presente e futuro di Luca Massacesi

18,20-18,30 Doping e sostanze dopanti di Domenico Pellegrini

18,30-18,40 Un check-up per il legno della Gioconda di Luca Uzielli

18,40-18,50 Lo sport tra passione e business di Patrizia Zagnoli

18,50-19,00 Dinosauri in carne e ossa a cura del Museo di Storia Naturale

Laboratori attivi
Santa Verdiana, Piazza Ghiberti 27 – dalle 17.00 alle 19.15
I ricercatori illustrano le strumentazioni, i metodi e i percorsi del loro lavoro quotidiano di ricerca.

La fisica nella vita di tutti i giorni
Il motivo per cui i fiumi tendono a diventare sempre più sinuosi ha a che fare con la ragione per cui le foglie del tè si addensano in fondo alla tazza quando si gira la bevanda. Il fisico Franco Bagnoli utilizzando oggetti facilmente reperibili o costruibili e mettendo in relazione fenomeni fra loro diversi, illustra alcune leggi fisiche collegate alla meccanica, al moto dei fluidi, al comportamento termico delle sostanze, alla struttura chimica, alle onde elettromagnetiche.

La cura di sé e le relazioni educative
Vanna Boffo, attraverso un’attività di lettura di brani letterari e di dialoghi guidati, ci conduce in un laboratorio sull’ascolto, la cura di sé e la relazione educativa per lo sviluppo delle professioni scolastiche, formative ed educative (scuola, famiglia, lavoro).

Laboratorio di Scienze Forensi
di Monica Carfagni e Alessandro Piva. Volete verificare l’autenticità di foto, video o audio digitali? Oggi è possibile con la Multimedia Forensics, l’analisi forense di contenuti informatici. Alla Notte dei Ricercatori si può sperimentare un software DEMO per la ricerca di eventuali fotomontaggi: lo mette a disposizione FORLAB, il Laboratorio di Scienze Forensi che opera presso la sede pratese dell’Università di Firenze.

Monitoraggio della Costa Concordia
di Nicola Casagli. I ricercatori del Dipartimento di Scienze della Terra, che è centro di competenza del Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio, sono da mesi impegnati nel monitoraggio della stabilità della Costa Concordia incagliata davanti all’Isola del Giglio. Un video documenta la  loro opera, che è possibile conoscere da vicino attraverso una dimostrazione del servizio web per la visualizzazione in tempo reale di tutti i dati del sistema integrato di monitoraggio degli spostamenti del relitto della nave.

Archeologia preistorica: evoluzione e trasformazioni dell’uomo tra natura e cultura
Prima dell’Homo Sapiens diverse specie umane hanno convissuto in un ambiente in continuo cambiamento. Attraverso la presentazione di calchi di crani e di riproduzioni sperimentali di manufatti in pietra, Francesca Romagnoli ripercorre le tracce di una lunga storia, in cui trasformazioni fisiche si accompagnano a nuove capacità di manipolazione e di adattamento all’ambiente e a nuove potenzialità cognitive e di apprendimento. Lo studio di questi fattori, in particolare delle culture materiali delle comunità preistoriche, costituisce la base della ricerca scientifica presso la Cattedra di Paletnologia del Dipartimento di Scienze dell’Antichità, Medioevo e Rinascimento e Linguistica.

Archeologia preistorica e antropologia forense
Studiare le antiche popolazioni attraverso le loro testimonianze funerarie per mezzo dell’approccio pluridisciplinare dell’Archeologia, dell’Antropologia e delle Scienze forensi. Matteo Borrini in questo laboratorio ci spiega come l’Archeologia fornisca le corrette metodiche per ricercare soggetti scomparsi o sepolti; come l’Antropologia consenta l’identificazione dei soggetti mediante lo studio dei loro resti e come le Scienze forensi mettano al servizio delle discipline archeologiche nuove tecniche e strumentazioni per repertare tracce sempre più labili e nascoste.

Laboratorio GIS Open Source
L’uso dei software open source GIS (Geographical Information System) permette la visualizzazione ed elaborazione di dati georeferenziati, cioè relativi ad un preciso ambito territoriale, ed è accessibile ad individui ed istituzioni che abbiano la necessità di elaborare dati territoriali e visualizzarli in una carta. Filippo Randelli del LabGis dell’ateneo fiorentino illustra come la visualizzazione su una mappa consenta la comprensione dei fenomeni e la loro distribuzione territoriale, in modo più efficace rispetto alle normali matrici di dati.

Io lavoro a casa
Chi sono in realtà le donne che la statistica definisce riduttivamente come “inattive”? Annalisa Tonarelli ci illustra i risultati di una ricerca commissionata dalla Provincia di Firenze alla scoperta delle esperienze di tutte coloro che si trovano “a casa” per moltissime, differenti ragioni. Vengono alla luce i profili socio-anagrafici, le ragioni che hanno determinato i percorsi biografici, le condizioni di vita, le relazioni sociali e le aspettative delle donne. L’indagine rappresenta uno strumento necessario per colmare una grave carenza conoscitiva sul tema e per fornire input utili a politiche che tengano conto di questa componente poco visibile e poco valorizzata della società. Una sorta di «caccia alle casalinghe» in giro per i supermercati per scoprire chi sono, conoscere le loro storie e i motivi che le hanno spinte a non lavorare.

Studiosi…si diventa!
I Servizi didattico-divulgativi del Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze, attraverso l’osservazione diretta e al microscopio, ci introducono al mondo dei minerali e dei fossili per far scoprire come operano i ricercatori per ricostruire la storia del nostro pianeta.

Una sferzata di energia pulita!
Open Lab, il servizio dell’Ateneo fiorentino per la divulgazione scientifica, presenta un laboratorio di fisica che mette a confronto le fonti energetiche alternative con quelle tradizionali.

Solidi per forza: il mondo dei fluidi non-Newtoniani
Qual è la differenza fra lo shampoo e il miele? Perché non tutti i fluidi si comportano allo stesso modo? Con Open Lab alla scoperta di come le particolarità dei fluidi possano rivelarsi fondamentali per lo sviluppo tecnologico e anche per la vita quotidiana.

Sulla scena del delitto: DNA fingerprinting
Dalla scena del crimine al profilo genetico: l’identificazione degli individui grazie al DNA. Con Open Lab siamo portati sulla scena del crimine, possiamo raccogliere le tracce del DNA, analizzare il profilo genetico e trovare il colpevole. Alla scoperta di come la scienza offra potenti strumenti per far luce su eventi altrimenti difficilmente interpretabili

L’ispettore Laser
I ricercatori del Laboratorio Europeo di Spettroscopia Non-lineare (LENS) presentano le loro attività di ricerca nel campo dello studio della materia con tecniche laser fortemente innovative. E’ possibile anche assistere a una sperimentazione scientifica per la rilevazione dell’anidride carbonica.

Rete cellulare portatile per servizi di emergenza
Nelle situazioni di emergenza (catastrofi naturali, eventi straordinari) tutte le infrastrutture delle comunicazioni possono essere inservibili. I ricercatori del laboratorio di Elaborazione dei Segnali e Comunicazioni illustrano la possibilità di installare in questi casi una stazione base cellulare, cioè il nodo principale della rete cellulare, usando una tecnologia dai costi contenuti.

Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione dell’Università di Firenze
Incubatore Universitario Fiorentino
APRE – Agenzia per la promozione della Ricerca europea

European Corner
Santa Verdiana, Piazza Ghiberti 27 – dalle 17.00 alle 19.15
Integrazione, mobilità, globalizzazione: tutto ciò che c’è da sapere sull’Europa e le sue opportunità

Voi non dite: quando i nostri anziani moriranno andremo a vivere in città
Palazzo Nonfinito, Via del Proconsolo 12  - alle 17.00
Antropologia collaborativa con gli Yanomami del Catrimani. Di Corrado Dalmonego, in Aula 1.

Museo aperto
Palazzo Nonfinito, Via del Proconsolo 12 – dalle 17.00 alle 22.00
Aperta la sezione di Antropologia ed Etnologia del Museo di Storia Naturale.

Museo aperto
Via La Pira 4 – dalle 17.00 alle 22.00
Aperte la sezione di Geologia e Paleontologia e la sezione di  Antropologia ed Etnologia del Museo di Storia Naturale.

Un brindisi alla ricerca!
Santa Verdiana, Piazza Ghiberti 27 – alle 19.15

Dialogando con la ricerca – Quel che avreste voluto sapere sul mondo della scienza e non avete mai osato chiedere
Le Murate, Piazza delle Murate – dalle 19.30 alle 21.30
Talk show sulla ricerca universitaria, un mondo variegato, interessante e appassionante. Moderano Raffaele Palumbo, giornalista, e Franco Bagnoli, fisico. Partecipano 
Alberto Tesi (Rettore dell’Università di Firenze), Elisabetta Cerbai (Prorettore alla ricerca), Giancarlo La Marca (Farmacologo), Simone Orlandini (Agronomo. La sua attività è incentrata sulle applicazioni della meteorologia in agricoltura), Annalisa Tonarelli (Sociologa. Il suo campo di ricerca sono le persone e non le cose), Stefano Cannicci (Biologo. Studia le interazioni dei cambiamenti climatici sull’ambiente), Renato Fani (Biologio Si occupa di genetica), Gianluca Carelli (Filosofo. Si occupa di estetica, l’aspetto della conoscenza che riguarda l’uso dei sensi), David Caramelli (Antropologo. Svolge attività di consulenza presso i R.I.S dei Carabinieri di Roma per lo studio e la caratterizzazione genetica di profili in reperti biologici altamente degradati), Paola Romagnani (Medico), Alessandro LoriLaura Torsellini (in rappresentanza di spin off universitarie).

Da Schubert a De André i misteri della voce in musica
Santa Verdiana, Piazza Ghiberti 27 – alle 22.00
di e con Luigi Dei. Un affascinante percorso tra le caratteristiche fisiologiche della voce, le sue applicazioni al canto, le interazioni con la musica e le nostre percezioni neurofisiologiche.